Un efficace monitoraggio dei pazienti dell'unità di terapia intensiva può essere una vera sfida. Inoltre, per i medici può essere molto difficile valutare rapidamente uno stato di deterioramento delle condizioni del paziente poiché le sale delle unità di terapia intensiva sono spesso piene di monitor. Il portafoglio di Masimo di soluzioni avanzate per il monitoraggio delle unità di terapia intensiva fornisce ai medici uno schermo integrato e centralizzato di più misurazioni non invasive nonché l'integrazione per la trascrizione automatizzata degli eventi medici nelle cartelle elettroniche (EMR), così da facilitare una più rapida consapevolezza dell'evoluzione delle condizioni del paziente.

Misurazioni in tempo reale

 

Sebbene nelle unità di terapia intensiva, i prelievi ematici invasivi vengano condotti di routine, permane una condizione di assenza di riferimenti per lo stato dell'emoglobina nello spazio di tempo che intercorre tra i vari risultati di laboratorio. Il monitoraggio non invasivo e continuo di SpHb® permette di avere visibilità in tempo reale di eventuali variazioni dell'emoglobina o dell'assenza di tali cambiamenti tra prelievi di sangue invasivi. Ad esempio, il monitoraggio di SpHb può fornire degli approfondimenti su quando il trend dell'emoglobina è in discesa mentre il medico potrebbe percepire che invece sia stabile.

La titolazione impropria dei fluidi può condurre a ipo o ipervolemia che può, a sua volta, essere associata ad esiti negativi.1 Pleth Variability Index (PVi®), è un parametro non invasivo che consente il monitoraggio della responsività alla somministrazione di liquidi in pazienti dipendenti da ventilazione meccanica e misura le modifiche dinamiche all'indice di perfusione (Pi) che si verificano durante il ciclo respiratorio. L'SpHb e il PVi, se monitorati contemporaneamente, possono fornire un quadro approfondito dello stato del paziente.

L'iperossia non intenzionale può essere un fenomeno molto comune nella pratica delle unità di terapia intensiva quotidiana.2 Oxygen Reserve Index (ORi™) è un parametro non invasivo e continuo, destinato a fornire informazioni sullo stato dell'ossigeno di un paziente nell'intervallo di iperossia moderata definito come "riserva" di ossigeno del paziente ORi e la pulsossimetria Masimo SET® possono fornire una visione della riserva di ossigeno nella titolazione di pazienti che stanno ricevendo una ossigenoterapia integrativa.

La piattaforma rainbow SET, comprensiva di SpHb e PVi, può essere integrata ai monitor multi-parametri in uso nelle unità di terapia intensiva, come, ad esempio, Philips IntelliVue MX800, per supportare e facilitare la produttività di medici e paramedici.

Masimo - ICU, Unità di terapia intensiva, Unità di terapia intensiva sala d'attesa, Unità di terapia intensiva pediatrica

Un quadro più completo del cervello

 
Masimo - Paziente intubato Root O3 SedLine RD rainbow Lite

Anestesia e sedazione vengono utilizzate frequentemente in chirurgia e terapia intensiva ma la sovra o sotto somministrazione degli agenti è un fenomeno piuttosto comune.3,4,5 Il monitoraggio di nuova generazione di SedLine® consente di monitorare le condizioni del cervello in anestesia mediante l'acquisizione bilaterale e l'elaborazione dei segnali provenienti dai quattro elettrodi EEG. Il monitoraggio di nuova generazione di SedLine è caratterizzato da un indice EEG elaborato migliorato (PSi), con minore suscettibilità alle interferenze EEG e prestazioni migliori nei casi di EEG a bassa potenza, e dispone di un DSA (Multitaper Density Spectral Array) ottimizzato.

SedLine di nuova generazione può essere utilizzato simultaneamente con ossimetria regionale O3® sulla piattaforma Root® per un quadro più completo del cervello. O3 può aiutare i medici a monitorare l'ossigenazione cerebrale di pazienti adulti e pediatrici nelle situazioni in cui la pulsossimetria da sola può non essere completamente indicativa del livello di ossigenazione cerebrale.

Monitoraggio respiratorio integrato

 

La Anaesthesia Patient Safety Foundation (APSF) afferma che il monitoraggio elettronico continuo dell'ossigenazione e della ventilazione deve essere disponibile e considerato una valida soluzione per tutti i pazienti, nel periodo post-operatorio, in modo da ridurre la probabilità di eventi di riduzione della ventilazione non riconosciuti, clinicamente significativi e indotti dagli oppioidi.6 Ipoventilazione, iperventilazione, ostruzione delle vie aeree e altre condizioni potenzialmente letali per la vita del paziente possono essere rapidamente rilevate con la capnografia, così da fornire ai medici dati importanti per un intervento precoce o tempestivo.7

La capnografia NomoLine™ di Masimo fornisce il monitoraggio della CO2 sidestream e dei gas con una vasta gamma di linee di campionamento per pazienti adulti, pediatrici e lattanti, sia intubati, sia non intubati. La capnografia NomoLine si integra agevolmente in Root con la pulsossimetria Masimo SET® e altri parametri fisiologici chiave, fornendo ai medici una panoramica più ampia sull'ossigenazione, la ventilazione e lo stato respiratorio del paziente.

Masimo offre anche rainbow Acoustic Monitoring® (RAM®), un metodo di monitoraggio non invasivo e continuo della frequenza respiratoria (RRa) per il periodo post-operatorio di quei pazienti che richiedono maggiore conformità.8,9 Il National Institute for Clinical Excellence (NICE) afferma che la frequenza respiratoria non è il marcatore più sensibile dell'aggravamento di un paziente e l'indicazione di un problema, più comunemente osservata per prima..10 Per pazienti che non richiedono il monitoraggio della CO2, RAM offre la flessibilità di scegliere il metodo di monitoraggio della respirazione più adeguato al singolo caso.

Masimo - Integrated Respiratory Monitoring

Piattaforme avanzate di connettività e monitoraggio del paziente

 
Masimo - Capnografia Root SedLine O3 digitale 3-up

Le soluzioni avanzate di monitoraggio di Masimo sono disponibili tutte insieme in Root, una piattaforma di connettività e monitoraggio del paziente espandibile ed altamente personalizzabile, che occupa uno spazio minimo nell'unità di terapia intensiva. Compatta eppure potente, la piattaforma Root fornisce più misurazioni innovative, di elevato impatto, su una singola piattaforma, sostituendo così molti monitor di dimensioni superiori in un'area limitata in termini di spazio e consentendo ai medici e paramedici di disporre di più informazioni nella stessa postazione.

La connettività avanzata delle porte Iris Gateway™ e Iris® in Root facilita il trasferimento automatico dei dati da Root e dai monitor di terze parti, quali pompe infusionali, ventilatori e macchine per anestesia, alle cartelle cliniche elettroniche (EMR) dell'ospedale o ad altri database e schermi di altri dispositivi, riducendo così la possibilità di errori di trascrizione11 o di incompletezza.

Misurazioni

 

Soluzioni per unità di terapia intensiva

 

Bibliografia:

  1. 1.

    Bellamy et al. Br J Anaesth. 2006.

  2. 2.

    Scheeren TWL, FJ Belda, A Perel. J Clin Monit Comput, 2017. DOI 10.1007/s10877-017-0049-4.

  3. 3.

    Hughes, C. G. et al. Clinical Pharmacology: Advances and Applications. 2012;4:53-63.

  4. 4.

    Jackson DL et al. Crit Care. 2009;13(6):R204.

  5. 5.

    Simpson, Jeffrey R. et al. The American Surgeon. 79, no. 10 (2013): 1106-1110.

  6. 6.

    Matthew B. Weinger and Lorri A. Lee for the Anesthesia Patient Safety Foundation. “No Patient Shall Be Harmed By Opioid-Induced Respiratory Depression.” Volume 26, No. 2, 21-40. Retrieved from https://www.apsf.org/newsletters/pdf/fall_2011.pdf.

  7. 7.

    Nagler J et al. Emerg Med Clin North Am. 2008 Nov;26(4):881-97.

  8. 8.

    Macknet MR et al. Anesthesiology. 2007;107:A84. (abstract).

  9. 9.

    Goudra BG et al. Open J Anesthesiol. 2013; 3:74-79.

  10. 10.

    NICE CG50: Recognition of and response to acute illness in adults in hospital. National Institute of Clinical Excellence. http:// www.nice.org.uk/CG50 (2007). Accessed 02 Feb 2014.

  11. 11.

    The Value of Medical Device Interoperability. West Health Institute. 2013.

  12. * L’uso del marchio PATIENT SAFETYNET è concesso in licenza da University Health System Consortium.

FONTI DATI

 

Masimo - Brochure soluzioni di trattamenti perioperatori
Brochure
Masimo - Monitoraggio continuo e non invasivo dell'emoglobina (SpHb)
Brochure
Masimo - Brochure, Indice della riserva di ossigeno

Brochure

Masimo - Brochure, SedLine di nuova generazione

Brochure

Masimo - Informazioni sul prodotto, Root con monitoraggio della funzione cerebrale SedLine

Informazioni sul prodotto

Informazioni sul prodotto, Root con ossimetria regionale O3

Informazioni sul prodotto

Masimo - Informazioni sul prodotto Root

Informazioni sul prodotto

ORi ha ottenuto il marchio CE. Non disponibile negli Stati Uniti o in Canada. Il sistema O3 con indicazione per uso pediatrico non dispone della licenza di vendita in Canada.

Il monitoraggio SpHb non intende sostituire le analisi del sangue di laboratorio. Prima di prendere decisioni cliniche occorre eseguire analisi di laboratorio dei campioni di sangue.

Per uso professionale. Per informazioni complete sulle prescrizioni, comprese avvertenze, indicazioni, controindicazioni e precauzioni, leggere le istruzioni per l'uso.

PLCO-001729/PLM-11166A-0318