Masimo - Root

Anestesia

 

Un quadro più completo della risposta cerebrale all'anestesia

Il monitoraggio della funzione cerebrale fornisce informazioni chiare e oggettive in tempo reale sulla profondità di anestesia e sedazione di un paziente. Per facilitare una valutazione più rapida dello stato del paziente, il dispositivo di monitoraggio SedLine fornisce l'Indice di stato del paziente (PSi™), una misurazione calcolata dell'attività cerebrale che rispecchia l'attuale livello di sedazione/anestesia del paziente1. Visita la sezione Tecnologia per ulteriori informazioni sulla modalità di calcolo del PSi.

L'obiettivo dell'anestesia durante un intervento chirurgico - per un caso libero da eventi - è somministrare un insieme bilanciato di farmaci per ottenere livelli appropriati di:

  • Areflessia (assenza di movimento)
  • Analgesia (assenza di dolore)
  • Perdita di coscienza (sedazione/ipnosi)

Quando utilizzato in abbinamento al monitoraggio tradizionale, il monitoraggio della funzione cerebrale consente all'anestesista di fornire il livello desiderato di sedazione mirata in tutte le fasi dell'anestesia in modo da:

  • Ottimizzare la profondità dell'anestesia
  • Migliorare l'assistenza al paziente
Masimo - Rombo dell'anestesia

Pazienti geriatrici

  • Risposta variabile agli anestetici
  • La concentrazione alveolare minima (MAC) degli agenti per inalazione diminuisce con l'età
    • Ogni aumento di 10 anni di età, la diminuzione del MAC è del 6%
  • Maggiore sensibilità agli oppioidi
    • Maggiore suscettibilità al sovradosaggio e recupero lento in unità di sorveglianza post-anestesiologica (PACU)
    • Le variazioni emodinamiche hanno poco a che fare con la profondità dell'anestesia; un riflesso più accurato dello stato fisiologico di base del paziente
  • I dispositivi di monitoraggio della funzione cerebrale aiutano a titolare l'anestetico in modo da mantenere il paziente nell'intervallo ottimale
    • Permettono agli anestesisti di controllare le variazioni di pressione con farmaci vasoattivi piuttosto che con anestetici aggiuntivi
    • Facilitano un uso ridotto degli anestetici che possono influenzare la POCD (disfunzione cognitiva postoperatoria)
  • Il monitoraggio della funzione cerebrale consente l'estubazione rapida
"Impiegando il monitoraggio della profondità di anestesia in sala operatoria, ho scoperto che la maggior parte delle variazioni emodinamiche che si verificano nei pazienti anziani durante gli interventi chirurgici ha poco a che fare con la quantità di anestetici che viene somministrata".
  • Terri Monk, MD
  • Professoressa
  • Reparto di anestesiologia
  • Duke University Medical Center
  • Durham, NC
"SedLine mi fa capire con maggiore precisione a che punto mi trovo in ogni fase dell'anestesia. Il numero indicante la funzione celebrale mi guida nell'esecuzione di piccole modifiche all'anestesia, appropriate alla frequenza cardiaca e alla pressione sanguigna del paziente, che mi permettono di raggiungere lo scopo."
  • David Drover, MD
  • Professore associato di anestesiologia
  • Stanford University Hospital
  • Stanford, CA

Pazienti con obesità patologica

  • Difficoltà di intubare e proteggere le vie respiratorie del paziente
  • Distribuzione irregolare dei farmaci
    • Gli strati adiposi immagazzinano l'anestesia, con rischio di somministrazione eccessiva o insufficiente dell'anestetico
  • In fase postoperatoria, i pazienti recuperano in modo diverso dall'anestesia
  • È opportuno utilizzare dispositivi di monitoraggio della funzione cerebrale nel corso dell'intero trattamento anestetico per aiutare a valutare meglio la quantità di agente d'induzione
  • Durante la fase di mantenimento, il monitoraggio della funzione cerebrale facilita la titolazione personalizzata e può ridurre al minimo la quantità di anestetico somministrato
"Ritengo che un adeguato monitoraggio e l'uso del monitoraggio della funzione cerebrale SedLine siano importanti per questi pazienti. Tali dispositivi devono essere attivati prima di iniziare la somministrazione di anestetico e poi utilizzati per tutta la durata del trattamento".
  • Martin Allard, MD
  • Professore di anestesiologia
  • Direttore della ricerca anestesiologica
  • Loma Linda University Medical Center
  • Loma Linda, CA

Pazienti di terapia intensiva intubati

  • Permangono le difficoltà nel sedare adeguatamente i pazienti intubati in terapia intensiva
  • Alla maggior parte dei pazienti viene somministrata una sedazione eccessiva, con conseguente aumento del tempo trascorso in intubazione, permanenza prolungata in terapia intensiva e aumento dei costi
  • L'obiettivo è controllare più strettamente la sedazione per evitare questi esiti negativi
  • Il monitoraggio della funzione cerebrale è uno strumento pratico in terapia intensiva, che può aiutare a ridurre:
    • Costi
    • Morbilità
    • Tempo di ricovero in terapia intensiva
"Abbiamo bisogno di avere a disposizione e di utilizzare dispositivi di monitoraggio cerebrale più efficaci. Penso che il vantaggio offerto ai medici da SedLine sia che non si limita a osservare una piccola porzione del cervello. Considera entrambi gli emisferi cerebrali".
  • Michael Ramsay, MD
  • Presidente
  • Reparto di anestesiologia
  • Baylor University Medical Center
  • Dallas, TX

Sedazione in terapia intensiva

 

La valutazione accurata del livello di sedazione dei pazienti in terapia intensiva è sempre stata una sfida. L'efficacia dell'utilizzo di misurazioni fisiologiche come i segni vitali o la risposta alla stimolazione è compromessa dalla presenza di altri farmaci. Il monitoraggio della sedazione con l'impiego di scale di valutazione della sedazione è limitato a singole misurazioni nel tempo. Inoltre, l'attendibilità delle scale di valutazione della sedazione può essere pregiudicata dalla soggettività e dalla suscettibilità alle interpretazioni.

Correlazione tra PSi e Scala di sedazione Ramsay (RSS)

La decisa correlazione tra i valori di PSi e la Scala di sedazione Ramsay (RSS) dimostrata in un recente studio2 offre l'opportunità di gestire efficacemente sedazione e analgesia in modo obiettivo e coerente lungo tutto il continuum della cura, specie per i pazienti intubati e ventilati in terapia intensiva. Inoltre, le variazioni nel PSi in risposta agli eventi clinici forniscono un allarme precoce per la sicurezza dei pazienti, come evidenziato in una recente revisione delle misure di sedazione in terapia intensiva3.

Consentendo una valutazione più precisa del livello di sedazione del paziente, SedLine aiuta il medico a mantenere i livelli di sedazione nell'intervallo di riferimento ottimale.

Questo può contribuire ad aggiungere valore all'assistenza ai pazienti, contribuendo a:

  • Maggiore sicurezza per i pazienti
  • Ottimizzare i livelli di farmaci
  • Ridurre i giorni di ventilazione
  • Ridurre i costi
Masimo - Grafico PSi RSS
"SedLine, con il continuo miglioramento della tecnologia - facile applicazione, diminuzione degli artefatti -, diventa uno strumento pratico per controllare correttamente i livelli di sedazione e ridurre i costi, la morbidità e la permanenza in terapia intensiva".
  • Michael Ramsay, MD
  • Presidente
  • Reparto di anestesiologia
  • Baylor University Medical Center
  • Dallas, TX

Bibliografia:

  1. 1.

    Prichep LS, Gugino LD, John ER, et al. The Patient State Index as an indicator of the level of hypnosis under general anesthesia. Br J Anaesth. 2004,92:393-399. Disponibile online all'indirizzo http://bja.oxfordjournals.org/cgi/content/full/92/3/393.

  2. 2.

    Schneider G, Heglmeier S, Schneider J, et al. Patient State Index (PSi) measures depth of sedation in intensive care patients. Intensive Care Med. 2004,30:213-216. Abstract disponibile online all'indirizzo http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14673519.

  3. 3.

    Sessler CN, Grap MJ e Ramsay AE. Evaluating and monitoring analgesia and sedation in the intensive care unit. Critical Care 2008, 12(Suppl3):S2. Disponibile online all'indirizzo http://ccforum.com/content/12/S3/S2.

FONTI DATI

 

Seguire il link per gli studi SedLine disponibili.

Masimo - Informazioni sul prodotto, Root con monitoraggio della funzione cerebrale SedLine

Informazioni sul prodotto

Masimo - Informazioni sul prodotto Root

Informazioni sul prodotto

Masimo - Guida di riferimento rapido SedLine

Riferimento rapido

Masimo - Brochure soluzioni di trattamenti perioperatori
Brochure
Masimo - Brochure, SedLine di nuova generazione

Brochure

Risorse cliniche aggiuntive